Cambia la normativa sui titoli professionali per la nautica da diporto

Il Decreto 13 dicembre 2023, n. 227: Nuove norme per i titoli professionali della nautica da diporto

Dal 5 maggio 2024, la nautica da diporto sarà regolamentata con l’introduzione dell’ufficiale di navigazione di II classe e l’aggiornamento dei requisiti per gli altri titoli professionali.

Il Vice Ministro On.le Edoardo Rixi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha sottolineato l’importanza di questa revisione, che allinea l’Italia agli standard degli altri Paesi dell’Unione Europea. Questo aggiornamento rende i professionisti italiani del settore più competitivi e semplifica l’accesso alle varie figure professionali nel campo della navigazione da diporto. Inoltre, sono riconosciute le competenze acquisite nella navigazione mercantile, facilitando ulteriormente l’inserimento nel settore.

Durante un evento tenutosi a Manduria (Taranto), organizzato dall’Associazione della Logistica Alis, il Vice Ministro Rixi ha evidenziato la necessità di una vera riforma della Pubblica Amministrazione per semplificare i processi, anche in merito ai titoli della nautica da diporto. Nonostante l’iter fosse iniziato nel dicembre precedente, un errore di comunicazione ha costretto il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a ripetere l’intero processo istruttorio.

Guida al Nuovo Regolamento della Nautica da Diporto

Il nuovo Regolamento per la nautica da diporto si allinea agli standard internazionali dei Titoli STCW, in conformità alla Convenzione Internazionale sugli Standard di Addestramento, Certificazione e Tenuta della Guardia per i marittimi. Questo comporta modifiche nei limiti di abilitazione in base alla stazza delle imbarcazioni.

Tra le novità principali, viene introdotto il titolo di Ufficiale di Navigazione di Diporto di II Classe, e vengono apportate modifiche significative ai requisiti per ottenere i certificati, all’addestramento richiesto e ai requisiti per i titoli di Ufficiale di Navigazione, Capitano di Diporto e Ufficiale di Macchina.

Conosci la normativa che permette alla barche di navigare in acque estere? Clicca qui e scopri l’articolo

Le Novità del Nuovo Regolamento 2024

L’Ufficiale di Navigazione di 2ª Classe: Limiti e Requisiti

Il nuovo Regolamento introduce il titolo di ‘Ufficiale di Navigazione del Diporto di 2ª Classe‘. Per ottenere questo titolo, il marittimo non è tenuto ad essere iscritto nelle matricole della Gente di Mare di Prima Categoria, ma deve essere in possesso del Libretto di Navigazione.

L’Ufficiale di Navigazione del Diporto di 2ª Classe può assumere il ruolo di Comandante su varie unità battenti bandiera italiana e in navigazione nel Mar Mediterraneo o nelle acque interne, purché la stazza non superi i 200 GT. Queste unità includono imbarcazioni e navi da diporto, anche destinate al noleggio per scopi turistici.

Come Ottenere il Certificato di Navigazione di 2ª Classe e i Requisiti Associati

Per conseguire il certificato di Ufficiale di Navigazione del Diporto di 2ª Classe, sono richiesti diversi requisiti:

  • Aver compiuto almeno 18 anni di età.
    Possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o un titolo di studio estero riconosciuto dalle autorità italiane.
  • Essere in possesso del certificato di operatore Short Range (SRC).
  • Aver completato con esito favorevole il corso antincendio di base e il corso di primo soccorso sanitario.
  • Aver superato i corsi di Sopravvivenza e Salvataggio, Sicurezza Personale e Responsabilità Sociali (PSSR).
  • Possedere i requisiti psicofisici e morali necessari.
  • Sostenere con successo un esame teorico e pratico secondo il programma stabilito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Sei indeciso sullo scegliere una barca o un gommone? Leggi il nostro punto di vista cliccando qui