Blog

Come scegliere la barca a motore giusta per le proprie esigenze di navigazione

come scegliere barca a motore

Il mercato offre una serie di scelte davvero ampie quando si parla di barche a motore. A seconda delle proprie specifiche esigenze, si può scegliere il natante migliore. Tuttavia, proprio perché in commercio sono diversi i modelli, è bene cercare di capire cosa si sta cercando nello specifico così da orientare la propria scelta nel miglior modo possibile.

I diversi tipi di imbarcazione

In linea di massima abbiamo imbarcazioni open, cabinate, RIB (Rigid Inflatable Boats), cruiser e fisherman.

Tra i natanti più comuni vi è il motoscafo: si tratta di una barca a motore con la sezione prodiera a punta. Presenta una potenza motore alta ed è dotato di una piccola cabina dove ripararsi dal sole. Si rivela essere, ancora oggi e nonostante lo sviluppo tecnologico in questo ambito, una delle soluzioni più gettonate.

RIB

I RIB come mezzi particolarmente versatili e sicuri. Oggi ne esistono di tutte le taglie e di diverse tipologie, open, cabinati, fuoribordo, entrobordo e addirittura allestiti per la pesca sportiva. I loro prezzi non sono particolarmente bassi perché richiedono l’applicazione di materiale e tecnologie particolari, ma permettono se si vuole affrontare il mare spingendosi verso mete avventurose in sicurezza all’interno del segmento delle barche a motore.

Il mondo delle è molto interessante perché si spazia dai piccoli semicabinati a motore che offrono spazio per crociere costiere di qualche giorno, ai cabinati veri e propri che permettono a una famiglia di affrontare anche crociere più lunghe ed impegnative.

Imbarcazione cabinata e da crociera (o cruiser)

Un’altra tipologia di natante a motore è il day cruiser: si tratta della soluzione migliore per tutti coloro i quali vogliano provare l’emozione di una minicrociera. Appartiene alle imbarcazioni cabinate. Grazie alla sua struttura, ad un comfort garantito e alla possibilità di mantenere un po’ di privacy, il day cruiser sarà per voi la soluzione più indicata per ogni tipologia di esigenza; le sue dimensioni fino ai 10 metri complessivi, poi, faranno sì che potrete evitarne l’immatricolazione, obbligatoria per altre imbarcazioni.

Un open dotato di cabina di prua sarà un valido mezzo per uscite giornaliere e piccole crociera in coppia. La scelta dipende sempre dall’obiettivo dell’uscita in mare: se si vuole fare uscite giornaliere nelle quali avere a disposizione una cabina e soprattutto un bagno, il consiglio è quello di acquistare un open.  Se si vogliono affrontare crociere e periodi a bordo più prolungati e con tutta la famiglia, la scelta deve necessariamente ricadere su mezzi che al loro interno dispongano di maggiore spazio, come ad esempio yacht più stabili e spaziosi. In entrambi i casi le dimensioni dello scafo fanno la differenza, ma soprattutto nel segmento degli open cabinati; per quanto riguarda le barche fino a 10 metri ci sono tante proposte interessanti e in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze.

Gozzo e fisherman: due natanti dimenticati?

Contrariamente a quanto si possa pensare, il gozzo ed il fisherman sono due tipologie di imbarcazioni ancora oggi ampiamente utilizzate, poiché sono state al centro di un processo di riqualificazione non indifferente.

Il gozzo, come saprete, è la barca da pesca per eccellenza: una volta veniva costruita interamente in legno, con carena dislocante (la carena è la struttura della barca o della nave immersa, posta al di sotto della linea di galleggiamento ed è di forma tondeggiante) e dagli interni in grado di garantire grande comfort. Grazie soprattutto al processo di riqualificazione cui è stato oggetto, il gozzo oggi viene costruito anche con lunghezze pari a 20 metri, assurgendo a tutti gli effetti alla medesima dignità delle altre imbarcazioni.

Per quanto concerne i fisherman, invece, si tratta di natanti preposti alla pesca che per la loro struttura, velocità dei motori e strumentazione equipaggiata, possono essere considerati come una sorta di evoluzione del gozzo. A bordo, oltre a dei locali dove rilassarsi e ad una cura dei dettagli che conferiscono un comfort maggiore, è possibile trovare anche delle vasche dove mettere il pescato.  Siccome il mondo della pesca attira sempre più appassionati, i fisherman sono suddivisi anche per tipologia: è possibile trovare, infatti, anche il fisherman cabinato che è particolarmente adatto per la pesca d’altura (vale a dire oltre le 12 miglia costiere). Questi natanti sono costruiti con una struttura con cabina aperta, bagno separato, cucina, hard top dedicato alla timoneria e alla strumentazione (radar, gps, ecoscandaglio per la profondità marina e sonar). Il fisherman convertible, invece, è la soluzione per tutti coloro i quali siano alla ricerca di forti emozioni da provare durante le battute di pesca più impegnative: la sua struttura senza parabrezza e senza timoneria, dunque, fa sì che si possano affrontare innumerevoli sfide senza però dimenticare della sicurezza della navigazione.

Per trovare la barca più consona alle proprie esigenze potete rivolgetevi a Idea Verde, concessionario e centro nautico con sede Brindisi per la vendita di barche nuove ed usate dei migliori marchi.

 

30 Novembre 2020 Barca
About ideaverde

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *