Blog

Barche in vetroresina: resistenti e leggere

 

barche in vetroresina

Le barche in vetroresina hanno la peculiarità di essere molto leggere, resistenti agli agenti chimici e al calore. Per queste motivazioni molti costruttori di scafi optano per utilizzare questo materiale.

Oggi sono impiagati anche altri materiali innovativi come l’acciaio ma anche la lega di alluminio leggera ma resistente. Ultimamente, un materiale che si sta diffondendo è la fibra di vetro. È un materiale che ricorda dei sottili fili di tessuto intrecciati e viene molto utilizzato nel settore delle imbarcazioni.

Le caratteristiche delle barche in vetroresina

Le barche in vetroresina conoscono l’apice del loro sviluppo solo dopo gli anni ’60, quando questo materiale inizia a diffondersi per le sue particolari caratteristiche. Oggi, infatti, la fibra in vetro si presta perfettamente per essere utilizzata per realizzare le imbarcazioni da diporto.

Oltre ai vari campi di utilizzo, le barche in vetroresina sono molto resistenti e il materiale ha una lunga durata nel tempo. Al contrario delle altre tipologie di barche in legno o alluminio, le barche in vetroresina non sono soggette alla formazione di ruggine o umidità. Per questo motivo hanno un’aspettativa di vita superiore, al contrario di altri materiali che si deteriorano con facilità. Inoltre, sono molto più leggere e rigide, quindi facilmente trasportabili anche su strada.

La leggerezza è un altro fattore importante che determina un minor dispendio di energia per far funzionare l’imbarcazione, poiché essendo leggera non crea molta resistenza a contatto con l’acqua. Fluttuano nell’acqua e si muovono lentamente, non provocando movimenti e scosse repentine. Questo è visto come un vantaggio non indifferente da parte dei pescatori che navigano in acque poco profonde ed hanno bisogno che lo scafo sia stabile.

Le barche con scafi in fibra di vetro sono piuttosto resistenti, e ciò è dovuto alla resistenza intrinseca nel materiale. Il rapporto tra resistenza e peso è molto alto da poter realizzare una barca modellata in una forma anche particolare.

Sulle barche in vetroresina viene applicato un rivestimento in gel sullo stampo con la forma dello scafo. Una volta indurito questo primer, si posa la fibra in vetro in maniera uniforme. Anche la fibra deve subire un processo di indurimento per essere pronta. Una volta terminato questo processo, si separa lo stampo dallo scafo che viene, quindi, combinato con altre parti della barca come i rivestimenti interni e la prua. In questo modo avviene il processo di costruzione della barca. In quelle moderne, però, solitamente si applica uno strato di sostanza schiumosa per una maggiore aderenza.

 

24 Marzo 2021 Barca
About ideaverde

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *